PROTAGONISTI, quando l´integrazione è possibile, il 14 e 15 aprile al Teatro Cafaro e al Parco Mussolini


Presentata questa mattina presso la Sala Loffredo della Provincia di Latina la due giorni di "PROTAGONISTI, quando l´integrazione è possibile. Buone prassi della Provincia di Latina" che si snoderà tra il Teatro Cafaro e il Parco Mussolini di Latina nei giorni 14 e 15 aprile. La due giorni è organizzata dalla Provincia di Latina, Assessorato alle Politiche Sociali, in collaborazione con il Ministero dell´Istruzione dell´Università e Ricerca, con il Cesv-Spes Volontariato, con l´Unione Italiana Ciechi ed ipovedenti Sezione Provincia di Latina, con l´Associazione Ciechi, Invalidi Civili, Ipovedenti e Vedenti Assieme Latina e numerosi Istituti Scolastici della provincia (IIS Rosselli di Aprilia; San Francesco di Fondi; San Benedetto di Latina; Vittorio Veneto di Latina; Manzoni di Latina; Pacifici e De Magistris di Sezze).

A fare gli onori di casa l´assessore alle politiche sociali della Provincia di Latina Fabio Bianchi, insieme a Dirigenti Scolastici e professori degli istituti coinvolti.

PROTAGONISTI è dedicata ai ragazzi disabili, per offrire ai soggetti interessati la possibilità di condividere quanto realizzato in ambito scolastico e attraverso anche le numerose associazioni. Si promuove così un confronto garante di arricchimento e crescita. Nella due giorni troveranno spazio tutti gli istituti scolastici e le associazioni coinvolte, con eventi creati all´interno del Teatro Cafaro e al Parco Mussolini, dove saranno allestiti dei gazebo per l´esposizione delle attività realizzate dalle associazioni impegnate nella diffusione della cultura dell´integrazione e della solidarietà. Il teatro e il parco saranno animati da spettacoli di intrattenimento. "L´immagine eccezionale che emergerà da questa due giorni - spiega l´assessore - testimonia la volontà di operare un salto culturale nel campo delle politiche sociali: mai più sterile assistenzialismo bensì promozione di azioni sistematiche per l´inserimento di chi vive in uno stato di disagio, consentendogli la piena espressione delle abilità da lui possedute. Madrina dell´evento sarà la cantante Annalisa Minetti che sarà con noi a partire dalle 9.30 di sabato mattina sia al taglio del nastro al Parco che ai saluti di rito all´interno del Teatro Cafaro".